Passaggio in Eritrea e in Etiopia | Una narrazione visuale
Talk di Antonio Politano a cura di Miriam Castelnuovo

Un racconto per immagini dei quaranta giorni di viaggio/workshop (di fotografia e scrittura) – progetto del fotografo e di Associazione Cultura del Viaggio – attraverso due Paesi in conflitto per cinquanta anni, da qualche mese in pace.

Con proiezioni, testimonianze, musiche.
Intervengono Tommaso Giartosio e alcuni partecipanti al viaggio.

➤ 11 -16 giugno 2019 | Laboratorio

Il talk sarà preceduto da un Laboratorio in cui gli allievi del workshop del fotografo lavoreranno alla costruzione della narrazione per immagini che avrà luogo al museo il 20 giugno.

Il laboratorio è aperto al pubblico, che potrà assistere a tutte le sessioni.

20 giugno 2019 ore 18
Auditorium MACRO ASILO
via Nizza, 138 – 00198 Roma
Ingresso libero

Evento Facebook


 


A Passage to Eritrea and Ethiopia – Passaggio in Eritrea ed Etiopia

Un viaggio-workshop in Eritrea ed Etiopia. Per raccontare la vita quotidiana, oltre il conflitto o la cartolina, in una fase di potenziale mutamento storico. Uno sguardo plurale: un fotografo e giornalista; allievi di un workshop di fotografia (e scrittura) in viaggio; fotografi e studenti locali.
Una mostra-proiezione (in tre capitali), montaggi multimediali, pubblicazioni online, formazione sul campo, un libro-catalogo.

CONCEPT
I viaggi sono passaggi, attraversamenti. Viaggiare ti lascia prima senza parole, poi ti trasforma in un narratore di storie, ha scritto Ibn Battuta.
Andare e raccontare, in Eritrea e in Etiopia, in un periodo in cui sembra – finalmente – scoppiata la pace tra i due Paesi. Dopo la più lunga lotta per l’indipendenza in Africa (1961-1991) e una guerra che ha attraversato l’area negli ultimi vent’anni, a bassa e alta intensità. La riconciliazione è avviata. Gli annunci si susseguono, altre aperture si attendono.
Un processo di pace che sembra appartenere anche alle persone, non solo alle leadership. Ci si immergerà nell’attualità del mutamento e nei chiaroscuri dei due Paesi, accostando la vita quotidiana della gente comune. Attraverso l’Eritrea – dall’altopiano alle basse terre e al Mar Rosso, da Asmara fino a isole remote – dal 29 marzo per poco più di due settimane. E di seguito, attraverso l’Etiopia – dal confine nord, in Dancalia e lungo la rotta storica, ad Addis Abeba – per oltre tre settimane fino al 5 maggio. Due viaggi-workshop di fotografia (e scrittura) che, con le storie raccolte lungo il cammino, permetteranno di comporre un racconto, a più sguardi e voci, tra quotidianità, bellezza, problematicità.
Il progetto è di Antonio Politano – fotografo e giornalista, direttore artistico del Festival della Letteratura di Viaggio, africanista di formazione, autore di reportage su Eritrea ed Etiopia – e dell’associazione Cultura del Viaggio. Insieme al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. In collaborazione con Lonely Planet Italia, Nikon Italia, The Post Internazionale. Con l’organizzazione tecnica di AfroNine Tour.
In ciascuno dei due Paesi, un fotografo locale parteciperà ai viaggi-workshop, per arricchire lo sguardo plurale del progetto. Inoltre, nelle due capitali africane verranno dedicate tre sessioni di formazione a fotografi e studenti locali (che contribuiranno, insieme agli allievi del workshop, alla realizzazione dei materiali per la mostra e le pubblicazioni): elementi di fotografia, uscita sul campo, valutazione dei lavori.
In occasione del viaggio, sarà effettuata – in Eritrea ed Etiopia – una ricognizione fotografica sul patrimonio architettonico d’epoca correlato alla presenza e influenza italiana.

OUTPUT
1 / Mostra-proiezione
A Roma sarà articolata in due momenti: a) narrazione/proiezione al Macro Asilo, sabato 8 giugno, visual storytelling da parte di alcuni partecipanti al viaggio, racconti accompagnati da fotografie e brevi video, nell’Auditorium del museo, e proiezione in loop, in un altro ambiente, del montaggio multimediale (foto, testi, video, sonori) sul viaggio nei due Paesi; b) esposizione/allestimento – negli spazi ad hoc di Palazzo della Farnesina, per una giornata – di 10 fotografie (100×150 cm) in occasione della loro donazione alla Collezione Farnesina e al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, alla presenza di rappresentanti del Ministero e delle ambasciate eritrea ed etiopica.
Ad Asmara e Addis Abeba la mostra-proiezione sarà ospitata in sedi da definire (in collaborazione con le Ambasciate e le Scuole Italiane in Eritrea ed Etiopia, l’Istituto Italiano di Cultura di Addis Abeba) secondo uno schema analogo: a) proiezione in loop del montaggio multimediale; b) esposizione di un numero di immagini simile, 10, se si stamperà in Italia; 20, se si stamperà in loco. Le mostre-proiezioni saranno poi donate alle amministrazioni locali, per un possibile allestimento permanente nelle due capitali.
2 / Montaggi multimediali Composizione-mix di fotografie, filmati, sonori, testi, da proiettare in diverse occasioni:
dalla mostra-proiezione a Internet e canali tv, per contribuire a una conoscenza maggiore delle realtà raccontate grazie all’universalità del linguaggio video e dell’ambiente web.
3 / Pubblicazioni online Foto, testi, mini-video, da inviare e pubblicare nel corso del viaggio come testimonianza
diretta del passaggio, per assicurare una narrazione continua all’interno dei website dei vari partner (MAECI, Lonely Planet Italia, Nikon Italia, The Post Internazionale).
4 / Formazione sul campo Per i partecipanti provenienti dall’Italia e i fotografi e gli studenti dei due Paesi.
5 / Libro-catalogo Allo stesso tempo memoria del progetto e catalogo della mostra-proiezione. Foto e testi (bilingue). Storie, informazioni, testimonianze. Da distribuire in Italia, Eritrea, Etiopia.

CHI
Antonio Politano, fotografo e giornalista, realizza reportage per diverse testate, in particolare per La Repubblica e National Geographic Italia. Romano di adozione, ha un debole per i Sud del mondo. In giro, lontano o vicino, osserva e prova a essere invisibile. È direttore artistico del Festival della Letteratura di Viaggio, promosso da Società Geografica Italiana. È autore di alcune pubblicazioni (tra cui l’Agenda del viaggio e I colori della luce) di un manuale di fotografia in viaggio, di documentari tv e montaggi multimedia. Ha esposto, in collettive e personali, in Italia e all’estero, curato mostre di autori vari, vinto alcuni premi, diretto Sguardi, rivista online di fotografia e viaggio. Insegna fotografia e scrittura in workshop, master, università.
Cultura del Viaggio è un’associazione sensibile al viaggio come occasione di conoscenza, scoperta, incontro. Che vede l’andare, vicino e lontano, come esperienza, ricerca, meraviglia, dubbio, senso. Che sostiene l’accostamento di culture e l’attraversamento di luoghi come osservazione di specificità e varietà, disposizione all’ascolto, rispetto dell’alterità. Che promuove il racconto e la rappresentazione di porzioni di mondo, l’informazione su territori e genti dietro l’angolo o agli antipodi. Che realizza narrazioni e progetti legati al viaggio, esplorando diversi format e linguaggi, in collaborazione con istituzioni, enti, associazioni.
Edt è la casa editrice che pubblica in italiano le celebri guide e i libri Lonely Planet, leader di mercato per viaggiatori indipendenti.
Nital è il distributore ufficiale di Nikon in Italia, punto di riferimento privilegiato per professionisti e amatori nel mondo della fotografia di qualità The Post Internazionale (TPI) è un giornale online specializzato nell’attualità internazionale, che racconta storie dal mondo con reportage, inchieste, fotografie.
AfroNine Tour, con titolari in parte di origine eritrea ed etiopica e staff multietnico, è un tour operator specialista di viaggi in Africa, in particolare in Eritrea ed Etiopia.